SPAGHETTI DI KAMUT CON LE SARDE

FOTO SPAGHETTI DI KAMUT CON LE SARDEDifficoltà: bassa
Costo: basso
Tempi di preparazione e cottura: 25 minuti

Giovedì, 17 Ottobre 2013

“Pozu cangiari ‘na testa, no tutti i testi”( cioè posso cambiare una testa, non tutte le teste) -Lara Cardella in Volevo i pantaloni.

Come ogni ragazza/o, ho conosciuto il potere dei sogni e ci ho picchiato la testa, appunto, fino a capire che si può cambiare solo la propria, non quella degli altri. Ora, come donna adulta, il mio pensiero sull’immaginazione non è più conflittuale, ma decisamente positivo. Se, come dice Einstein, essa è più importante della conoscenza, io aggiungo che è più forte. I sogni ci migliorano, perché da essi trae forza il potenziale creativo e libero che ci rende generosi. Senza di essi la vita è sterile, come lo è il comprendere con la mente e non, contemporaneamente, sentire col cuore. Questa ricetta nasce da un lungo viaggio dell’immaginazione, al di là del confronto tra tradizione e innovazione, legami e libertà, è un libero viaggio di una donna intera ;-)

Kamut

Il grano kamut è considerato uno dei più completi dal punto di vista nutrizionale, perché più ricco in proteine e sali minerali rispetto al frumento.

E’ facilmente digeribile, ma contiene glutine, per cui i celiaci non lo possono consumare. L’ho introdotto volutamente, come provocazione, in una ricetta così tradizionale come la pasta con le sarde, e il risultato è stato apprezzato.

Procuratevi quindi per 2 persone:

  • 200 gr. di spaghetti di kamut
  • 200 gr. di sarde freschissime, private delle interiora e della testa e aperte “a libro”
  • 1 / 2 cipolla bionda
  • un pugnetto di uvetta sultanina
  • un cucchiaino di pinoli
  • olio extravergine di oliva (io ho quello siciliano nostrano che mi hanno portato le zie :-)
  • sale
  • dragoncello q.b.

consigliato 1 bottiglia di Roero Arneis DOCG- ebbene sì il mio preferito in assoluto ;-)

In una pentola capiente portate a bollore l’acqua per fare la pasta.

  1. Nel frattempo lavate e dislicate delicatamente le sarde. Asciugatele bene e tagliatele a tocchetti.
  2. Affettate sottilmente la cipolla. Scaldate in una padella un filo di olio evo, aggiungete la cipolla e fatela dorare brevemente.
  3. Salate l’acqua e buttate la pasta.
  4. Aggiungete alla cipolla le sarde, l’uvetta strizzata, i pinoli e un pizzico di dragoncello (per dare una nota speziata in contrasto al dolce del piatto ;-) salando leggermente e aggiungendo un po’ d’acqua di cottura della pasta.
  5. Scolate la pasta di kamut al dente, ma secondo il vostro gusto. Insaporitela nella padella in cui avete cotto le sarde levata dal fuoco. Non fatevi mancare un filo di olio evo a crudo e mescolate. Portate subito in tavola :-)
1 Commenti

Lascia un commento