RISOTTO MANTECATO IN CREMA DI SEDANO RAPA E STRACCHINO

risotto mantecato in crema di sedano rapa e stracchino 2

Difficoltà: bassa
Costo: medio

Tempi di preparazione e cottura: 20 minuti

Lunedì, 24 Febbraio 2014

Questa è una ricetta un po’ raffinata, ma allo stesso tempo di facile esecuzione.
Protagonista il sedano rapa, di cui andiamo di seguito a conoscere le caratteristiche.

Sedano rapa

Il sedano rapa è un ortaggio la cui radice tuberiforme rappresenta la parte edibile. La polpa è bianca, tenera e gradevolmente aromatica.

Si presta bene alla realizzazione di un risotto come questo, dove i vari elementi sono attentamente equilibrati: il fresco e l’acidulo del formaggio, il giallo festoso e il profumo persistente del vino, ed il pepato tocco di dragoncello…provare per credere ;-)

Procuratevi quindi per 2 persone:

  • riso per risotti 200 gr. (questa volta, onorando la mia terra, scelgo il riso di Baraggia DOP ;)
  • sedano rapa 100 gr.
  • burro, una noce
  • stracchino 40 gr.
  • sale q.b.
  • pepe bianco macinato fresco
  • 1/4 bicchiere di vino bianco secco, possibilmente lo stesso che portiamo in tavola ;-)
    NOTA la connotazione della ricetta come “senza glutine” è qui puramente indicativa. Gli intolleranti dovranno attenersi alle indicazioni dietetiche del proprio medico e a tutti gli accorgimenti necessari in merito.

CONSIGLIATO una bottiglia di Anthilia Bianco Sicilia DOP
risotto sedano rapa stracchino anthilia sicilia dop ricetta

  1. Pulite bene il sedano rapa col coltello ricavando un etto di polpa bianca. Tagliatela in tocchetti. In una padella sciogliete una noce di burro, unite il sedano rapa e saltatelo. Versate qualche cucchiaio d’acqua, incoperchiate e portate a cottura a fiamma bassa in 5 minuti, giusto il tempo di intenerirlo.
  2. In un pentolino portate a bollore l’acqua per fare il risotto. Tostate il riso senza grassi in un tegame antiaderente, sfumate col vino e lasciatelo evaporare. Unite un mestolo d’acqua alla volta, salate e pepate.
    IL MUST  Il riso si porta a cottura a fuoco medio senza mai aggiungere liquidi prima di sentirlo “sfrigolare” e formare la caratteristica gramella. Dopodichè si aggiunge un nuovo mestolo d’acqua o di brodo.
    LA GRAMELLA la gramella mi ricorda quando da bambini, una volta impiattato il risotto, mia madre lasciava correre me e mio fratello a “tirar su” i chicchi attaccati al fondo :-) …allora non si usavano le pentole antiaderenti… ;-)
  3. Una volta cotto, trasferite il sedano rapa in una ciotola e fatelo intiepidire. Frullatelo col minipimer insieme allo stracchino e a qualche cucchiaio del brodo del risotto.
  4. Spento il risotto, arricchitelo con la crema di sedano rapa e stracchino , macinando altro pepe fresco se lo gradite.
  5. Lasciate riposare 2 minuti, poi spolverate di dragoncello e servite, così:
    risotto sedano rapa stracchino anthilia sicilia dop ricetta
0 Commenti

Lascia un commento