RISOTTO ALL’ARANCIA

risotto arancia scalogno biologico parmigiano reggiano senza glutineDifficoltà: bassa
Costo: basso
Tempi di preparazione e cottura: 20 minuti

Sabato, 4 Gennaio 2014

Arancione sia la luce di ciascun giorno, e il cuore dell’uomo,

i suoi grappoli, acido e dolce siano:

sorgente di freschezza che abbia e che preservi la misteriosa semplicità della terra e la pura unità di un’arancia

(Pablo Neruda)

Procuratevi quindi per 2 persone:

  • 200 gr. riso carnaroli
  • 1 scalogno biologico
  • 500-700 ml brodo vegetale ( o fresco, o realizzato con granulato in polvere)
  • 1/4 bicchiere di vino bianco secco
  • 1 arancia nazionale non trattata
  • burro, 25 gr.
  • parmigiano reggiano grattuggiato fresco, 25 gr. per mantecare+ da servire in tavola a piacere
    NOTA la connotazione della ricetta come “senza glutine” è qui puramente indicativa. Gli intolleranti dovranno attenersi alle indicazioni dietetiche del proprio medico e a tutti gli accorgimenti necessari in merito.
  1. Preparate il brodo e tenetelo in caldo. Tritate lo scalogno e mettetelo a soffriggere con 10 gr. di burro in un tegame antiaderente. Aggiungete il riso, tostatelo brevemente e sfumate col vino.
  2. Evaporato parzialmente il vino, aggiungete un mestolo di brodo e iniziate la cottura a fuoco medio e recipiente scoperto, avendo cura di non aggiungere altro brodo finchè il precedente non si sia completamente assorbito.
  3. Mentre portate a cottura il risotto spremete l’arancia e tenete da parte il succo. Grattuggiate il parmigiano.
  4. Unite il succo dell’arancia al risotto negli ultimi minuti di cottura. Mantecate con burro e parmigiano e attendete due minuti prima di servire.
    IL RISULTATO questa ricetta di facile esecuzione è un’intrigante proposta, sia che a maneggiare gli ingredienti siano le mani fini e bianche di una signora, sia che il tutto venga sapientemente mixato da quelle possenti di un maschio ;-)
1 Commenti
  • Tina

    Rispondi

    Adoro i risotti, sono semplici e veloci da preparare e il risultato e’ sempre ottimo e delicato; visto anche la capacita’ del riso di abbinarsi ad altri sapori.
    Grazie del consiglio, lo provero’ quanto prima!
    Buona notte!
    Tina.

Lascia un commento