OGNUNO DI NOI

foto

Ognuno di noi è edito da Aletti Editore, acquistabile sul sito della casa editrice http://www.alettieditore.it/, inviando un’email a ordini@rivistaorizzonti.net, oppure sui principali motori di ricerca (ibs, deastore, libreria universitaria etc.).

A breve sarà disponibile anche la versione ebook!
Se vuoi comunicare direttamente con me ti ricordo che puoi farlo compilando il modulo parla con l’autrice su questo sito, o scrivere una email a f.tabarini9@gmail.com

Caro lettore, “Ognuno di noi” è l’incontro con una persona e l’invito a fare un viaggio insieme.

Copertina "Ognuno di noi"Un viaggio al centro del dolore,
che è tuttavia l’incrociarsi di due sguardi, il mio e il tuo.

Vieni?

Se leggi “dolore”, caro lettore, non smettere di leggere, come ho fatto io un giorno trovando sullo scaffale di una libreria una copia del libro dell’amico MichaelDavide Semeraro, che poi, contro ogni previsione, avrebbe introdotto il mio.

Questa parola, infatti, “dolore” contiene il potere di ricordare la morte a cui siamo destinati, ma anche la  speranza, laica e religiosa allo stesso tempo, in virtù della quale esistiamo come parte di un tutto, l’universo, di cui non siamo padroni, ma al quale invece apparteniamo come preziosi collaboratori nel miracolo della creazione.

“Esistenza, sofferenza, speranza, piacere, bellezza, gioia” è un percorso durissimo ma stupendo, che scava nel mio dolore dalla nascita al lutto dei miei genitori, dagli studi filosofici sulla sofferenza all’analisi dell’attuale cultura medica sul dolore, dalla scoperta della malattia all’ingresso in sala operatoria, dalla conquista di sé attraverso la passione per la montagna alla condivisione della buona tavola sul blog filosofiaecucina.it.

E’ un viaggio personale che chiede di diventare condiviso grazie a ciascuno di voi.
Non più il dramma privato ma la pena che accompagna l’uomo in cammino nella vita di ogni giorno. Questo libro è stato scritto perché ognuno sappia che penetrare il dolore dà sollievo, fa amare la vita con passione e desiderare le cose con gioia; perché nessuno di noi resti solo mai, nel suo dolore, ma ci sia sempre chi è in grado di soccorrerlo; perché chi soccorre sappia che in qualunque momento potrebbe trovarsi nella condizione di dover chiedere aiuto; perché, soprattutto, ci sia sempre ognuno di noi, pronto a rispondere sì.