PANE ARABO A MODO MIO

pane araboDifficoltà: bassa
Costo: basso
Tempi di preparazione e cottura: 45 minuti
Tempi di lievitazione: 1° lievitazione: 2 ore; 2° lievitazione: 30 minuti

Venerdì, 8 Novembre 2013

A questa ricetta sono particolarmente affezionata, perchè già da diversi anni la realizzazione di questo pane, in tante varianti e “prove”, fa parte della mie abitudini e di un piacere semplice e quotidiano. E’ un pane molto gustoso e nutriente, realizzato senza olio. Lo chiamo arabo perchè la prima ricetta che ho letto in un libro lo denominava così, per cui in casa mia ha preso questo nome. Mi scuseranno coloro che leggono e conoscono la ricetta “autentica” del pane arabo.

In questa mia ultima versione, che ha avuto un gran successo, ho “testato” una nuova farina integrale macinata a pietra. Il risultato è un pane soffice, con una sottile crosta.

Da sapere: per fare il pane occorre avere a disposizione una mattinata o un pomeriggio liberi (calcolando che durante il tempo di lievitazione si possono fare molte cose, come passare l’aspirapolvere o leggere un libro, questo dipende dai punti di vista ;-) una temperatura in casa di almeno 19-20 gradi, un locale della casa in cui porre a lievitare la pasta abbastanza caldo, ma non presso fonti di calore o sottoposto a correnti d’aria.

Procuratevi quindi :

  • 800 gr. di farina integrale macinata a pietra
  • 400 gr. di farina 0
  • 600 ml di acqua tiepida
  • 2 bustine di lievito secco in granuli (solitamente è indicato quanto lievito per quanta farina ;-)
  • 2 cucchiaini di zucchero
  • 5 cucchiaini di sale
  • semola di grano duro
  1. Preparate tutti gli ingredienti sul piano da lavoro. Mettete nella macchina impastatrice (se non l’avete fatevela regalare :-) le due farine mescolate, praticate al centro un incavo, in cui metterete un po’ di acqua tiepida, il lievito e lo zucchero. Impastate aggiungendo via via la restante acqua fino ad ottenere un impasto morbido ed omogeneo.
  2. Ottenuta una palla uniforme, unite il sale e impastate ancora un minuto.
  3. Ora avete per le mani un impasto molto morbido. Lavoratelo ancora con le mani sul piano di lavoro opportunamente spolverato di semola (quanto basta per non seccare il pane ;-) Mentre impastate ricordate sempre che quanta più aria “prende”, tanto più la pasta lievita, pertanto abbiate cura di “aprire” la palla con le dita e le nocche delle mani per poi richiuderla più e più volte. Impastate per dieci minuti buoni.
  4. Mettete a lievitare il vostro pane avvolto da un canovaccio a sua volta coperto da un panno umido per circa due ore.
  5. Riportate la pasta sul piano di lavoro, e con l’aiuto della pesa dividete il pane in parti da 120-150 gr. l’una. Avrete così circa 15 pani.
  6. Date a ciascun pane, con l’aiuto delle dita (mai usare il mattarello sul pane :-( !! la forma appiattita del pane arabo, ma lasciateli alti almeno 1 cm circa. Potete dare forme rettangolari o quadrate, o rotonde, secondo la vostra preferenza.
  7. Ora lasciate lievitare il tutto ancora 30 minuti. Nel frattempo mettete nell’ultimo ripiano del forno un recipiente con dell’acqua (aiuterà a mantenere la lievitazione durante la cottura!!), e portate a temperatura il forno (il mio elettrico li cuoce a 180°).
  8. Mettete il pane in un ripiano abbastanza basso del forno, e cuocetelo  30 minuti.
    IL CONSIGLIO passati 30 minuti, per vedere se il pane è cotto, basta infilare uno stecchino dal lato inferiore, se esce asciutto il pane è cotto. Altrimenti controllate dopo 5 minuti.
  9. Questo pane, una volta raffreddato, si puo’ tranquillamente mettere nel congelatore :-)
3 Commenti

Lascia un commento