LENTICCHIE A MODO MIO

lenticchie colfiorito ricetta natalizia minestra semi di cumino pancetta Difficoltà: bassa
Costo: basso

Tempi di preparazione e cottura: 40 minuti

Venerdì, 27 Dicembre 2013

Con piacere vado a presentarvi, dopo le grandi abbuffate di questi giorni, un piatto che sposa molto bene piacere e salute, cioè le lenticchie.
Vi confesso che da sempre apprezzo questo legume, e quando lo gusto mi va di prepararlo da solo, o al massimo in una minestra. Una soluzione, per esempio, che vi ho già proposto nel blog, è la vellutata due colori e due sapori, in cui accompagno alla purea di lenticchie la vellutata di zucca.
Altrimenti, se preferite rispettare la tradizione, potete scegliere di cucinare il cotechino o lo zampone (acquistati freschi e non imbustati e precotti, mi raccomando ;-).
Oppure per una presentazione più elegante unite le lenticchie “a modo mio” al bracotto al chianti.

Procuratevi quindi per due persone:

  • 160 gr lenticchie di Colfiorito
  • 700 ml acqua
  • 1/2 cipolla o uno scalogno (secondo preferenza, lo scalogno è più delicato ;-)
  • 1 carota piccola
  • 1 costa di sedano
  • 2 mazzi di prezzemolo (uno per il trito uno per decorare il piatto come in foto ;-)
  • 30 gr. pancetta tagliata in una sola fetta (io ho quella fatta da Monique, grazieee :-)
  • 1 cucchiaino raso di semi di cumino
    NOTA sono facoltativi, io per esempio preferisco le lenticchie senza. Ad ogni modo favoriscono la digestione e sono ottimi alleati del sistema immunitario.
  • 1/2 cucchiaino di concentrato di pomodoro
  • olio extravergine di oliva
  • sale q.b.
  1. Se le vostre lenticchie lo prevedono, mettetele a bagno per il tempo indicato sulla confezione.
  2. Pulite bene le verdure, privando il sedano dei filamenti esterni con l’aiuto di un pelapatate. Poi tagliatele in piccoli tocchetti.
  3. Sul tagliere fate un battuto finissimo di cipolla, prezzemolo, sedano, carota. Tagliate in tocchetti la pancetta, sgrassandola q.b.
  4. Prendete un tegame dai bordi alti e scaldate un filo di olio evo. Unite il trito e, non appena questo diventa trasparente, le lenticchie sciacquate sotto l’acqua corrente. Tostate la pancetta pochi istanti in una padella a parte e unitela alle lenticchie insieme a 400 ml di acqua fredda per coprirle.
  5. Nel tegame con le lenticchie mettete cumino e concentrato di pomodoro e non salate. In un pentolino a parte tenete in caldo i rimanenti 300 ml d’acqua nel caso le lenticchie dovessero asciugarsi troppo.
  6. Se le avete, scaldate nel forno delle ciotole di ceramica, come ad esempio quelle che ho io (vedi foto). Così mentre gustiamo le lenticchie queste non si raffreddano.
  7. Portate ad ebollizione e cuocete le lenticchie per 20-30 minuti, avendo cura di non scuocerle. Poi aggiustate di sale. Portatele in tavola caldissime e guarnite con un ciuffo di prezzemolo.
0 Commenti

Lascia un commento