GNOCCHI TABARINI

goncchi tabarini 2

Difficoltà: medio-alta
Costo: medio

Tempi di preparazione e cottura: 50 minuti

Sabato, 1 Marzo 2014

A casa mia si facevano gli gnocchi, ma quelli confezionati, perchè alla mamma non piaceva cucinare.
La stagione felice di questo piatto si ebbe in quei tre, quattro mesi al massimo in cui mio fratello si interessò alla cucina perchè il suo amico Sergio gli aveva passato qualche trucco del mestiere. Gli gnocchi venivano allegramente conditi con ogni sorta di formaggio grasso e obbligatoriamente con la panna, come imponeva la moda degli anni ottanta. Tutti facevamo il bis.

A fare gli gnocchi ho imparato da sola, tra tv e libri di cucina. A rigarli sull’apposito attrezzo ancora adesso mi guida il Paul che lo faceva con la zia Renza.
Gli gnocchi li facciamo qui alla maniera tradizionale, con patate a pasta bianca e farina 00, ben conditi-ora vedrete come-, ma una volta ogni tanto, perchè questo piatto è decisamente calorico e ad alto indice glicemico.

Procuratevi per 4 persone:

Per gli gnocchi

  • 600-700 gr di patate a buccia rossa e pasta bianca
  • 1 uovo
  • farina 00 (ho usato circa 200 gr.)
  • sale, un pizzico
  • noce moscata grattuggiata fresca, secondo il vostro gusto

Per il condimento

  • 40 gr. di burro di cacao bio
  • zafferano in pistilli, 30 circa
  • noci, 16
  • pecorino di Fossa, grattuggiato fresco, in quantità a piacere
  1. Un paio d’ore prima di cucinare, scaldate pochissima acqua in un pentolino, trasferitela in una tazza e mettetevi i pistilli dello zafferano.
  2. Almeno 40 minuti prima di cucinare, portate a bollore l’acqua in cui lesserete le patate con la buccia, assicurandovi che siano ben cotte.
  3. Portate gli ingredienti per fare gli gnocchi sul piano di lavoro e pelate le patate. Disponete la farina sul tagliere o piano di marmo e praticate al centro un incavo. Con lo schiacciapatate, rovesciate qui la purea ancora calda, unite un pizzico di sale e grattuggiate la noce moscata.
  4. Lavorate l’impasto poco, solo fino a che gli ingredienti siano ben amalgamati e non aggiungete farina più del necessario, se non per pulirvi le mani. Tagliate in parti l’impasto e ricavatene dei rotoli del diametro di circa 2 centimetri. Tagliate gli gnocchi, e rigateli con il dorso della forchetta, o meglio con l’asse rigagnocchi di legno. Vanno premuti leggermente e fatti rotolare con delicatezza, così:
    gnocchi patate ricetta fatta in casa francesca tabarini zafferanognocchi patate ricetta fatta in casa francesca tabarini zafferano
  5. Una volta pronti (vedi foto in alto a destra) vanno fatti riposare almeno un quarto d’ora prima di essere cotti.
  6. Nel frattempo in una pentola capiente portate a bollore l’acqua dove li cuocerete e preparate il condimento: grattuggiate il pecorino e sciogliete con cura a bagnomaria il burro di cacao. Aprite le noci e tritate grossolanamente i gherigli sul tagliere con un coltello.
  7. Filtrate l’acqua dove hanno macerato i pistilli e trasferitela in una padella. Quando l’acqua bolle, salatela e versate gli gnocchi.
  8. Appena addensato il sughetto allo zafferano, unitevi il burro di cacao a fiamma bassa. Con un mestolo forato trasferitevi gli gnocchi venuti a galla, scolandoli bene. Non fateli friggere ma solo insaporire, unendo un pò di pecorino, le noci, e mescolando bene.
  9. Portate in tavola il piatto caldissimo, offrendo altro pecorino a chi lo gradisce.
0 Commenti

Lascia un commento